Perché visitare Parigi, la città dell’amore?

Parigi è la capitale della Francia e capoluogo dell’ Île-de-France. Considerata come il centro del mondo francofono, ospita il quartier generale dell’OECD (organizzazione per la cooperazione e sviluppo economico) e dell’UNESCO. La città si trova su un’ansa della Senna, una posizione molto favorevole, fondamentale snodo di trasporti e traffici commerciali con l’intero continente.

Le principali attrazioni di Parigi sono:
La Cattedrale di Notre Dame, considerata un gioiello dell’architettura gotica medievale che sorse nel 1163 per volere di re Luigi VII. Ci vollero 200 anni di lavori e fu ultimata solamente nel 1345. Un elemento distintivo sono i rosoni in vetro colorato sulle facciate, il più noto quello sulla facciata occidentale, con la Madonna che tiene in braccio Gesù tra due angeli. Qui avvenne l’incoronazione di Napoleone Bonaparte nel 1804. Purtroppo lo scorso 15 aprile 2019 un terribile incendio distrusse parte del tetto e le guglie. Sembra una premonizione, ma lo scrittore Victor Hugo (1831), nel suo romanzo Notre Dame de Paris, aveva in qualche modo previsto questa tragedia.
Tour Eiffel è nata come struttura temporanea in occasione dell’EXPO del 1889. Al momento della sua costruzione non ispirò giudizi molto positivi e fu definita come uno “scheletro sgraziato”, ma ben presto si dovettero ricredere, visto e considerando che è diventato il grande simbolo della Francia.
Montmartre, il quartiere degli artisti, sorge sull’omonima collina. Chiamato “Le terre libre des artistes”, era frequentato dai grandi Renoir, Picasso, Toulouse-Lautrec che hanno incarnato al meglio lo spirito del quartiere. Oggi pieno di ristoranti e negozi di souvenir.
Musei: Parigi è terra di arte e cultura.
Il Louvre in passato era una fortezza difensiva, solo nel 1515 divenne residenza reale e fu la sede effettiva della monarchia fino al 1682, quando Luigi XIV si trasferì poi nella Reggia di Versailles. Con il governo rivoluzionario venne data piena attuazione a progetti per trasformarlo in museo, inaugurato nel 1793. La Francia e Napoleone Bonaparte ebbero un ruolo fondamentale nell’ottocento nell’accrescimento della collezione museale. Nel 1981 venne ideata la piramide esterna dall’architetto Ieoh Ming Pe.
Il museo D’Orsay è stato creato intorno al 1977 all’interno di una vecchia stazione ferroviaria ormai fuori uso. Qui sono ospitate opere prodotte tra il 1848 e il 1914, appartenenti a diverse correnti artistiche, tra cui l’impressionismo e si possono ammirare le opere di grandi pittori come Monet, Cezanne, Renoir o Degas.

La rubrica del buon cibo: alla base della cucina ci sono tre alimenti: baguette, formaggio e vino. A Parigi si assapora la vera essenza culinaria francese. In tavola non può mancare il foie gras (fegato d’anatra o d’oca con pane e crostini), escargot (lumache bollite con burro, aglio e prezzemolo), soupe a l’oignon (zuppa di cipolle), omelette salate, quiche (torte salate servite come antipasto) e molte altre succulente prelibatezze. Per quanto riguarda la pâtisserie il dolce tipico è la tarte tatin (tortino con mele caramellate con pasta brisée), crêpes dolci e i famosissimi croissant. Ad accompagnare il tutto ci sono i pregiati vini francesi, d’importanza a livello mondiale (Champagne, Bordeaux, Côtes de La Loire, …).  

Perché scegliere Parigi?
Il clima a Parigi è particolarmente favorevole, di tipo temperato, influenzato dall’Atlantico, con inverni freddi, nuvolosi e piovosi ed estati calde. Il periodo migliore è tra maggio e metà settembre. Meglio sempre portar via una giacca nei mesi di maggio e settembre.
Cos’è Parigi? Parigi è l’Arc de Triomphe, le Place de la Concorde, il quartiere latino pieno di ristorantini, librerie e il profumo di croissant, … Parigi è storia, arte, moda e film romantici.
Parigi è anche una coppia di innamorati che passeggiano mano nella mano lungo gli Champs Elysees e ammirano estasiati tutta la bellezza che li circonda.

Tour che partono da Parigi