Perché visitare Atene, la culla dell’antichità?

Atene è la capitale della Grecia, la Repubblica Ellenica. Fin dall’antichità era e rimarrà sempre la culla dove nacque la civiltà, portatrice di testimonianze artistiche, archeologiche, del pensiero filosofico e terra di grandi miti.

Le attrazioni più importanti di Atene sono:
L’Acropoli ovvero la città sacra, racchiude quattro capolavori della Grecia antica: il Partenone, i Propilei, l’Eretteo e il Tempio di Atena Nike. Venne edificata sulla collina sacra da Pericle nel V secolo a. C. in un’area dove a partire dal II millennio a. C. erano edificati palazzi reali e luoghi di culto. Purtroppo il Partenone venne più e più volte danneggiato, ma l’episodio catastrofico avvenne nel 1687 quando l’assedio dell’esercito veneziano provocò l’esplosione e la quasi totale distruzione. Il saccheggio fu completato poi nel XX secolo da Lord Elgin, ambasciatore inglese, che portò preziosi marmi al British Museum.
L’Agora, il centro dell’attività politica, commerciale, amministrativa, sociale, culturale, religiosa nonché sede della giustizia dell’antica Grecia. Qui si svolgeva l’antico mercato con numerosi “negozi” come vasai, calzolai, lavoratori di bronzo e scultori, mentre i lunghi colonnati erano luogo d’incontro e d’affari. Fu anche il luogo dove si incontravano per discutere delle loro teorie molti filosofi, tra i quali Socrate, Platone e Aristotele. Qui è stato sviluppato e praticato per la prima volta il concetto di democrazia.
I Giardini Nazionali si trovano dietro il Parlamento greco. Al loro interno si trovano un laghetto, un piccolo zoo, un museo botanico e un parco giochi. Qui non è presente solo natura ma anche le memorie dell’antica civiltà greca, testimonianze che giungono fino a oggi grazie ad alcune rovine come capitelli corinzi, busti e mosaici. I percorsi si articolano in 7 chilometri e mezzo dove potrete osservare numerose piante ornamentali, gli elementi culturali fortemente voluti dalla regina Amalia, il pavimento a mosaico di una villa romana e i resti delle terme romane.
Il centro storico, molto densamente popolato fin dai tempi dell’antichità, comprende molti punti d’interesse, come la Piazza Syntagma, nella Atene moderna, vicino al parlamento dov’è molto interessante osservare il cambio della guardia; il quartiere Monastiraki, ai piedi dell’Acropoli, molto famoso per il mercato delle pulci per acquistare prodotti caratteristici; il quartiere di Plaka detto “degli Dei”, zona più densamente popolata che unisce palazzi neoclassici a casette bianche tipiche. Per lo shopping dirigersi in via Ermou.
Il Museo archeologico Nazionale custodisce moltissimi tesori dell’archeologia greca, tra i più importanti: la maschera d’oro del re miceneo Agamennone rinvenuta dall’archeologo Schliemann nel 1876, sculture di giovani uomini “kouroi” e giovani donne “korai”, la testa di Zeus che apparteneva ad una statua colossale alta 7 metri e molti altri reperti testimonianza della cultura e della storia.

La rubrica del buon cibo: la cucina greca utilizza molte spezie, impegnate sia sulla carne sia sul pesce. Tipiche della cucina sono la Tzatziki (salsa allo yogurt con cetrioli e aglio), Spanokopita (ovvero pasta ripiena con spinaci), Psarosoupa (classica zuppa di pesce), … Il tutto accompagnato con il Retsina, ovvero vino da tavola resinato. I dessert hanno la particolarità di avere alla base le mandorle e il miele, come il Baklavás (sfoglia ripiena con mandorle tritate e miele) e il dolce natalizio per eccellenza Kourabiédes (dolcetto con burro, farina e mandorle). I dolci sono di solito accompagnati con il Ouzo, un liquore a base di anice.

Perché scegliere Atene?
Da qualsiasi punto si osservi la città, si rimarrà sempre estasiati.
Atene offre una moltitudine di punti panoramici per garantirti una vista mozzafiato.
Il clima è di tipo mediterraneo, con inverni miti ed estati abbastanza calde. L’inverno a volte è soggetto a folate di vento provenienti dai Balcani. Atene si trova in una zona circondata su tre lati dalle montagne quindi ci possono essere delle differenze climatiche in prossimità delle zone più alte.
Il mare è caldo e il periodo migliore per andare ad Atene è tra aprile e maggio e da metà settembre a fine ottobre. Qui c’è il concetto di “metron”, ovvero la ricerca della giusta misura che viene applicata in ogni ambito della vita quotidiana, dalla distribuzione della ricchezza fino alle arti.

Tour che partono da Atene