Perché visitare la magica città di Porto?

La città di Porto si trova sulla riva settentrionale del fiume Duero, a nord ovest del Portogallo, a pochi km dall’Oceano Atlantico. É uno dei distretti più industrializzati del Portogallo ed è chiamata “a capital do norte”. A questa città si deve il nome della nazione, Portus Cale, era l’antico nome di una città portuale della Gallaecia romana (oggi Porto).

Le attrazioni più importanti e famose di Porto sono:
ll Palácio da Associação Comercial, il palazzo dell’associazione commerciale cittadina (la borsa) è un edificio del XIX secolo in stile neoclassico. Le sue magnifiche decorazioni interne sono frutto del lavoro di svariati artisti: il cortile interno, chiamato Pátio das Naçoes (Cortile delle Nazioni) è ricoperto da una cupola ottagonale, risalente al 1880, fatta di metallo e vetro, decorata internamente con gli stemmi del Portogallo e dei paesi con cui il Portogallo intratteneva relazioni commerciali nel XIX secolo. 
Igreja de San Francesco, la chiesa è un’opera monumentale in stile gotico all’esterno e in stile barocco all’interno. Da tempo sconsacrata, la Chiesa è uno dei pochi edifici di stampo medievale della città ad essere rimasto integro ed intatto sino ai giorni nostri. Oggi ospita il museo di San Francesco ed il cimitero catacombale.
Igreja de Santo Ildefonso, la chiesa proto-barocca risale al XVIII secolo ed è dedicata a Sant’Ildefonso di Toledo. La sua particolarità è la facciata, completamente ricoperta di azulejos (superficie smaltata e decorata con tonalità azzurre), con le storie della vita del Santo.
Il quartiere di Ribeira è una delle zone più vivaci e tipiche del centro storico di Porto. La sua piazza, conosciuta come la “piazza del cubo”, merita di essere visitata; Rua da Fonte Taurina, una delle più antiche della città; Muro dos Bacalhoeiros e Casa do Infante, dove nacque l’Infanta Dom Henrique nel 1394. Le prove archeologiche dimostrano che durante il periodo della romanizzazione, furono create strutture portuali, dove in seguito fu eretta la Casa do Infante, i cui mosaici romani risalgono al IV secolo.

La rubrica del buon cibo: alla base della cucina porto-ghese c’è ovviamente il pesce fresco e i frutti di mare, dai quali si creano dei piatti spettacolari, come il pastéis de bacalhau (crocchette di merluzzo impanate e fritte). Sono molto tipiche anche le zuppe, per esempio per le feste tradizionali ne viene preparata una con patate, cipolle, cavoli e salsiccia. Ma il piatto che non può mancare in assoluto in tavola è la tripas á Moda do Porto (stufato con interiora di animali, verdure, spezie). Questo piatto ha origine quando il principe portoghese Enrico il Navigatore chiese alla popolazione di rifornire le sue navi con cibo. La gente fu tanto generosa, che non gli rimase da mangiare che frattaglie e trippa. Per quanto riguarda il dessert, i dolci sono tutti a base di tuorlo uovo, come la torta de azeitão (morbida e spugnosa arrotolata, spennellata di tuorlo) e ovviamente non possono mancare i dolci del convento, creati dalle suore con tuorli d’uovo e zucchero. Porto è anche la città del buon vino, miglior rappresentazione dell’identità portoghese. Meritano di essere visitate e degustate le cantine, in particolare Vila Nova de Gala.

Perché visitare Porto?
Qui c’è una delle librerie più famose e bellissime al mondo, la Livraria Lello & Irmão, un luogo estremamente suggestivo e magico. Magico nel vero senso della parola, si dice che la scrittrice JK Rowling si sia ispirata a queste scale per creare quelle della prestigiosa scuola di magia di Hogwarts (Harry Potter).
Il clima di Porto è di tipo oceanico mite, con inverni miti e piovosi, le estati sono piacevolmente soleggiate ma il caldo eccessivo è raro. Il periodo migliore è da giugno a settembre; il mare è freddo e si consiglia di portar via una giacca anche per le sere d’estate.
Andare a Porto significa immergersi in una fiaba, in un mondo pittoresco e variopinto, tra miti e leggende, storia e cultura… un mix perfetto per un’esperienza indimenticabile.

Tour che partono da Porto